ANTIPSICOTICI

#79 ANTIPSYCHOTIC UNE COQUILLE, BLANCHE, ET PARFAITE

#79 ANTIPSYCHOTIC UNE COQUILLE, BLANCHE, ET PARFAITE

#79 ANTIPSYCHOTIC UNE COQUILLE, BLANCHE, ET PARFAITE

#79 ANTIPSYCHOTIC UNE COQUILLE, BLANCHE, ET PARFAITE

Tutto è iniziato con l’idea di scrivere qualcosa d’intelligente. Poi qualcuno mi ha consigliato di parlare di lesbovampirismo. Poi ho pensato che servisse lanciare una nuova prospettiva alle solite tematiche quali lavoro soldi relazioni complicate telefilm viaggi mancati politica espatrio fuga eccetera. Poi ho pensato a una pillola frizzante e decongestionante. Ma, durante tutti questi pensieri sparsi e velocissimi, è successa una cosa incredibile, inaspettatamente, quindi non ho saputo resistere, infine ho dovuto liberare Tom Odell e il suo struggente pianoforte, ho dovuto alzare le braccia al cielo sotto la pioggia, come nei migliori e banalissimi finali cinematografici, con il sottofondo liberatorio dei Kovlo, e sì ho dovuto ascoltare ripetutamente Gabrielle Aplin e la sua “Salvation”:

“You are the snowstorm
I’m purified
The darkest fairytale
In the dead of night”

Tutto questo per ritrovare una notte in cui ho guidato fino al mare e ho ricevuto un abbraccio lunghissimo, in cui non mi ero nemmeno accorta di stare (ancora).
My salvation.
A te dedico questa pillola e a tutti quelli che hanno bisogno di ricordare un momento che sembrava essere passato inosservato, come uno dei tanti giorni tiepidi di una primavera qualunque, eppure di scoprire che in realtà è rimasto un segno, netto, e una conchiglia.
Une coquille, blache et parfaite.
Effetti collaterali: panico, fibrillazione e sogni erotici. Enjoy!

Tracklist:
Tom Odell – Sense
Lorde – Royals
Kovlo – Youth
Ane Brun – To Let Myself Go
Rone – Bye Bye Macadam
Gabrielle Aplin – Salvation
Ef – Ett
Monogrenade – Ce soir

Immagine di copertina di Eliot Lee Hazel

 

Pill Pusher

Panik Kuuk

"Smarrita per scelta nell’ottavo continente, ormai quasi interamente sepolto dall’oceano Artico. Ammaliata dai riflessi avvolgenti delle cose ha costruito una macchina cattura immagini per renderli tangibili almeno per qualche millesimo di secondo. Esploratrice di silenzi rumorosi e di suoni discreti, è in continuo divenire, come un fiume senza sbocco tra le terre straniere. Imbattutasi per caso nel giovane creatore della musica,Glauko, ha deciso di seguire le sue orme."
Vedi i suoi ultimi post

Related