cheap Super Bowl jerseys The big story in the West is the fact that the Lakers may miss the post season for the first time since the 2004 2005 season. wholesale nfl jerseys You're facilitating the problem if you give an animal or a person ample food supply. CARBOHYDRATES: 18 grams. http://www.miamidolphinsjerseyspop.com Christina said she roars when she hits the stage and seems to black out and just go there. Flat shoes with rubber sole last long in the rainy season. With that, you cannot design too large or smaller bracelets than your wrist. Nobody has seen this apparel before, and most of these shoe styles you can find anywhere else in the United States. cheap nfl jerseys Think the New York Knicks. Valli, who is starting his 10th year with the club, is relegated to backup status in support of Player and left guard Kirby Fabien.. For example, the combined company would own both Fox News and CNN, claiming a huge market share in news broadcasting, and this would definitely raise some scrutiny from the federal government. We have seen umpteen cases before. Shoes come recommended by the podiatrists at Healthy Feet Shoe online. wholesale mlb jerseys If they were not, then they could not perhaps turn a profit. wholesalejerseysi You need 20 wickets to win a game. Lie flat on your stomach with hands resting at your sides. First you have to roll out the gumpaste to very thin layer. We just try to have a better result if we happen to get back to that point.". cheap jerseys The sentences will be concurrent, and he won be eligible for parole for at least 18 months.. Especially here in the Middle East, where cultural senstivities are key, you have to be very careful.

wholesale jerseys

Now, think about his basketball shortcomings. With that in mind we'd like to offer you this primer on the game and the sport on general.. The hike itself is up river (going in) and downriver (coming out). Johnson opened with two quick birdies, kept a one shot lead in the playoff when Oosthuizen missed a 5 foot par putt on the 17th hole and won the Open when the South African the last player to lift the jug at St. You might also want to wear band aids on the balls of your feet and above the heel, just in case the shoes still need more breaking in afterwards.. But Uefa did take a dim view of some aspects of the way City paid themselves nearly 50m from the sale of image rights and intellectual property to third parties.. miamidolphinsjerseyspop It is wise to maintain a document of images of marital relationship outfits that you like from wedding event publications, promotions or promos of stores, if you have strategies to obtain wed within a year.. wholesale nba jerseys One customer is an Internet company and the other is enterprise focused. But, he said, he would fight for "Braddock values" in Washington..

wholesale mlb jerseys

Recently released estimates for the month of July show another spike in non wage expenditures and operational expenditures for July alone account for nearly a quarter of the entire year budget. Plenty of A list presenters will be on hand, including Amy Adams, Kristen Bell, Jessica Biel, Jim Carrey, Glenn Close, Bradley Cooper, Penelope Cruz, Benedict Cumberbatch, Viola Davis, Daniel Day Lewis, Robert De Niro, Zac Efron, Sally Field, Harrison Ford, Jamie Foxx, Andrew Garfield, Jennifer Garner, Whoopi Goldberg, Joseph Gordon Levitt, Anne Hathaway, Goldie Hawn, Chris Hemsworth, Kate Hudson, Samuel L.
NEWS FROM 2186

Intervista a Dardust: uno nuovo mix di musica per pianoforte ed elettronica

Intervista a Dardust: uno nuovo mix di musica per pianoforte ed elettronica

Intervista a Dardust: uno nuovo mix di musica per pianoforte ed elettronica

Intervista a Dardust: uno nuovo mix di musica per pianoforte ed elettronica

A pochi giorni dalla pubblicazione dell’album di debutto di Dardust, abbiamo deciso di fargli alcune domande per poterci spiegare la sua visione musicale.

Dal pianoforte alla sperimentazione più pura, qual’è stata la scintilla? Come nasce l’idea del tuo progetto musicale, Dardust, insieme a Simone Giorgini, Carmelo Emanuele Patti, Simone Sitta e al producer Vanni Casagrande?

Nasce a Berlino in un appartamentino a Niemenstrasse nel quartiere di Neukölln dove ci siamo trovati un anno fa per scrivere assieme. Da lì è nato tutto ed ogni giorno tutto è diventato sempre più chiaro fino a decidere, il settimo giorno, di andare ai Funkhaus studios a registrare i pianoforti.

Chiave del tuo percorso musicale e di Dardust è il pianoforte, cos’ha in più rispetto agli altri strumenti e come mai si adatta così bene alla sperimentazione che proponi?

Fare adattare il pianoforte alla sperimentazione che avevo in mente di proporre, è stata forse la sfida più dura e non per niente semplice. Una volta registrati i pianoforti a berlino abbiamo passato 7 mesi a costruirci intorno drumming, pad, soundscapes, arpeggiatori e archi che non fossero invasivi ma che rendessero il quadro generale compiuto ed emozionante, rispettando la scintilla iniziale.

Passiamo al tuo amore per la musica elettronica, quando hai cominciato ad interessartene ed in particolare attraverso quali dischi ed artisti?

Forse la prima folgorazione è stato l’arpeggiatore iniziale di “The Robots” dei Kraftwerk per poi scoprirne tutta la discografia. Poi ovviamente i Depeche Mode in toto, i Chemical Brothers con “Surrender”, ma anche tanti project elettronici più sotterranei ma sarebbe una lunga lista.

Questo connubio fra musica elettronica e musica classica pensi che possa influenzare i gusti musicali dei giovani fan della musica pop italiana facendogli riscoprire la musica classica?

Me lo auguro. Di certo Dardust è un progetto che si lascia scoprire lentamente. Non a caso mi sono dato come tempo una trilogia collegata a 3 viaggi importanti.

Una curiosità, ma il numero 7, simboleggia qualcosa di particolare per te, o è un caso che l’album contenga sette pezzi, scritti in sette giorni e prodotti in sette mesi?

Non solo 7 brani scritti in 7 giorni e prodotti in 7 mesi. Ma il 7 era ovunque! Un incubo direi. Era il titolo giusto e perfetto per essere memorizzabile e per essere identificato anche all’estero.

come si sposa il tuo essere paroliere e la scelta di un album come “7” solo strumentale?

Alla perfezione. Una boccata d’aria. Le parole, soprattutto in italiano, a volte sono un trauma per delle melodie che vengono per forza di cose, mutilate e adattate al suono della lingua italiana.

Sunset on M., il singolo di lancio del progetto Dardust, ci permette di nuotare nell’aria, tra piano, archi e elettronica. La tua musica evoca artisti nordici come Olafur Arnald, Ben Frost. Quali sono state le tue fonti d’ispirazioni?

Sigur Ros, Olafur Arnalds, Nils Frahm, Jon Hopkins e A Winged Victory for the Sullen. Negli ultimi anni non ho fatto altro che ascoltare questi artisti. Ma devo dire che quando abbiamo cominciato a scrivere non abbiamo pensato a riferimenti o ad esempi da seguire. E’ stato tutto assolutamente spontaneo puro ed emozionante.

Ci racconti quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Dardust 7 Remixed” è la prossima release con i remix di Inesha, Popolus, Aquadrop, Lele Sacchi e Machweo. Questo incontro con l cultura “club” sarà fondamentale per il secondo disco di Dardust che andremo a scrivere a Reykjavik.

Grazie per il tempo che ci hai dedicato
Grazie a voi!

Related