cheap Super Bowl jerseys The big story in the West is the fact that the Lakers may miss the post season for the first time since the 2004 2005 season. wholesale nfl jerseys You're facilitating the problem if you give an animal or a person ample food supply. CARBOHYDRATES: 18 grams. http://www.miamidolphinsjerseyspop.com Christina said she roars when she hits the stage and seems to black out and just go there. Flat shoes with rubber sole last long in the rainy season. With that, you cannot design too large or smaller bracelets than your wrist. Nobody has seen this apparel before, and most of these shoe styles you can find anywhere else in the United States. cheap nfl jerseys Think the New York Knicks. Valli, who is starting his 10th year with the club, is relegated to backup status in support of Player and left guard Kirby Fabien.. For example, the combined company would own both Fox News and CNN, claiming a huge market share in news broadcasting, and this would definitely raise some scrutiny from the federal government. We have seen umpteen cases before. Shoes come recommended by the podiatrists at Healthy Feet Shoe online. wholesale mlb jerseys If they were not, then they could not perhaps turn a profit. wholesalejerseysi You need 20 wickets to win a game. Lie flat on your stomach with hands resting at your sides. First you have to roll out the gumpaste to very thin layer. We just try to have a better result if we happen to get back to that point.". cheap jerseys The sentences will be concurrent, and he won be eligible for parole for at least 18 months.. Especially here in the Middle East, where cultural senstivities are key, you have to be very careful.

wholesale jerseys

Now, think about his basketball shortcomings. With that in mind we'd like to offer you this primer on the game and the sport on general.. The hike itself is up river (going in) and downriver (coming out). Johnson opened with two quick birdies, kept a one shot lead in the playoff when Oosthuizen missed a 5 foot par putt on the 17th hole and won the Open when the South African the last player to lift the jug at St. You might also want to wear band aids on the balls of your feet and above the heel, just in case the shoes still need more breaking in afterwards.. But Uefa did take a dim view of some aspects of the way City paid themselves nearly 50m from the sale of image rights and intellectual property to third parties.. miamidolphinsjerseyspop It is wise to maintain a document of images of marital relationship outfits that you like from wedding event publications, promotions or promos of stores, if you have strategies to obtain wed within a year.. wholesale nba jerseys One customer is an Internet company and the other is enterprise focused. But, he said, he would fight for "Braddock values" in Washington..

wholesale mlb jerseys

Recently released estimates for the month of July show another spike in non wage expenditures and operational expenditures for July alone account for nearly a quarter of the entire year budget. Plenty of A list presenters will be on hand, including Amy Adams, Kristen Bell, Jessica Biel, Jim Carrey, Glenn Close, Bradley Cooper, Penelope Cruz, Benedict Cumberbatch, Viola Davis, Daniel Day Lewis, Robert De Niro, Zac Efron, Sally Field, Harrison Ford, Jamie Foxx, Andrew Garfield, Jennifer Garner, Whoopi Goldberg, Joseph Gordon Levitt, Anne Hathaway, Goldie Hawn, Chris Hemsworth, Kate Hudson, Samuel L.
NEWS FROM 2186

Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi

Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi

Pia Nocella

Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi

Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi

1  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi 1

Ciao Jime, una sintesi del tuo viaggio: da dove vieni, dove vivi e dove sei adesso. Dove andrai poi?

Sono nata a Buenos Aires, da padre italiano e madre argentina. Sono cresciuta tra Milano e la Liguria, tra periferie sud-urbane e un paesino circondato da mare blu e colline (e un breve ritorno in Sudamerica). Da un po’ di anni vivo a Bari, dove si può dire che sia capitata per caso e dove non si sta poi così male. Me ne andrò anche da qui, al momento giusto.

2  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi 21

Com’eri da bambina? Avevi più amiche femmine o amici maschi?

Avevo i capelli lunghissimi e tante lentiggini. Ovunque andassi portavo con me una piccola valigia rosa coperta di adesivi e passavo ore a casa su una coperta stesa per terra a disegnare.
Cambiavo spesso città e non avevo mai molto tempo di fare amicizia con altri bambini, ma quei pochi con cui riuscivo a legare più facilmente erano maschi, con le femmine andavo d’accordo solo quando ci passavo del tempo singolarmente, in gruppo (soprattutto da grandi) siamo raramente sopportabili.

3  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi 31

Cosa vuoi fare da grande e cosa farai domani?

Temevo questa domanda, ho smesso di chiedermelo da quando sono grande.

4  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi 41

Sappiamo che studi moda e discipline affini da molti anni, i tuoi stilisti preferiti -e perché, se un perché c’è-?

Ho iniziato a Milano alle superiori e ho continuato in Puglia. In questi anni ho lavorato nel settore come vestierista in showroom, come designer per un marchio indipendente di streetwear maschile e come costumista su set di videoclip musicali. Sono esperienze molto diverse tra loro e mi sono servite per capire in che direzione proseguire.

I designer che seguo regolarmente sono Rei Kawakubo, Yohji Yamamoto e Issey Miyake perché per affinità sento di aderire alla stessa estetica; è questione di concetto, non di moda.

sost  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi sost

La Forma: la tua, quella degli altri. Dicci cosa rappresenta per te.

E’ una presa di posizione consapevole. E’ l’opportunità che si dà agli altri e a sé stessi di rappresentarsi. E’ la possibilità di salvarsi dall’indeterminatezza. Significa trovare il contenitore più affine al proprio contenuto. Esiste un atto di più leale coerenza?

6  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi 61

Quali sono gli strumenti del tuo mestiere?

Tavoletta grafica, ritagli di giornale conservati per tipo, scanner, colla spray, acrilico nero e bianco e innumerevoli folders sul desktop contenenti qualsiasi tipologia di immagine.

7  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi 71

Vivi della tua arte?

Muoio della mia arte.

8  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi 81

Raccontaci i tuoi ultimi lavori.

Ho appena finito le grafiche per alcuni cd, verranno pubblicati in questi mesi dall’etichetta e gruppo di ricerca di musica elettronica/sperimentale cui faccio parte.

ALLEGATO_1  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi ALLEGATO 1

Veniamo alla musica, il nostro mestiere: cosa ascolti mentre sei all’opera?

Flying Lotus, Shabazz Palaces, Daedalus, Gonjasufi, Clap Clap!, Buraka Som Sistema ma anche Tim Hecker, Andy Stott, Demdike Stare, Mira Calix e Nurse with Wound.

9  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi 91

Se le tue visioni fossero musica, che album sarebbero?

“Canaxis” di Holger Czukay.

10  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi 101

Se dovessi ritrarre me in uno dei tuoi collages, cosa verrebbe fuori? 

ALLEGATO_2  Muoio della mia arte // intervista visual a Jime Ghirlandi ALLEGATO 2

Tutti i lavori di Jime qui www.behance.net/jimeghirlandi e qui jimeghirlandi.tumblr.com

Pill Pusher

Pia Nocella

Pia Nocella

Linguista visionaria part time, lenzuolofaga a tempo indeterminato. Nata nelle Puglie ed allevata a pane&pomodoro, ha lasciato il cuore a prendere il sole in Costa Brava. Attualmente alle prese veronesi con una Magistrale in Giornalismo, sognando Vice (?). Quando era piccola, da grande voleva fare la fioraia.
Vedi i suoi ultimi post

Related