Uncategorized

Soundcloud Listening Guide > #5 Crimea X, “Another”

Soundcloud Listening Guide > #5 Crimea X, "Another"

Soundcloud Listening Guide > #5 Crimea X, "Another"

Soundcloud Listening Guide > #5 Crimea X, “Another”

I Crimea x dimostrano l’esistenza di una scena disco italiana in piena efficienza, capace di proseguire le migliori tradizioni italo e di confrontarsi con i tetri ma fiorentissimi scenari elettronici baltici.

Dietro un nome quantomeno evocativo si celano due musicisti emiliani, veterani della musica: Jukka Reverberi (dai Giardini di Mirò) e DJ Rocca (Maffia Soundsystem). Appreziamo moltissimo la sensibilità musicale di questo duo, un pò meno la sensibilità politica, però tanta nostalgia per il cosmismo (dottrina scientifica e religiosa della Russia Sovietica) porta sicuramente l’elettronica verso lo spazio interplanetario e oltre, verso stelle e galassie sconosciute.

I Crimea X non sono evidentemente interessati a compromessi con il mondo dell’elettronica mainstream, non cercano il contatto con le tendenze del momento. Fanno il loro lavoro, un artigianato rigorosamente analogico teso a soddisfare l’ascolto dei nostalgici dei tempi che furono, quando il futuro era ancora un mito. Se vi siete persi l’epoca delle esplorazioni spaziali, della guerra fredda, i Crimea X possono resuscitare quelle sensazioni così lontane nel tempo e nella memoria collettiva. Lo scenario musicale di riferimento è da un lato la disco, chiamiamola pure new disco, ma c’è anche tanto kraut-rock e una buona overdose di suggestioni anni 80. Parlerei volentieri di retrofuturismo, o paleofuturismo musicale, musiche da ascoltare in automobili pesanti e rumorose dalle linee avveneristiche.

Conviene seguire il loro spazio su Soundcloud perchè hanno condiviso le tracce del loro nuovo album, “Another”, pubblicato proprio in questa prima fase astrale de 2013 dala Hell Yeah Recordings. A mio personale parere questo album dovrà entrare nella discografia da consigliare a tutti gli amanti del genere, anche perchè il produttore è una specie di istituzione vivente della new disco scandinava: parliamo di Bjorn Torsk, detto FatherTorsk. Il padre.

Ascolto e riascolto “I Feel Russian”, sono completamente assuefatto. Erano anni che non godevo dell’abbinamento flauto – synth analogici.

Pill Pusher

Luigi Mastandrea

Social Media Evangelist, Art-addicted, Musician. Credo che le strade migliori siano sempre quelle che si tracciano camminando. Credo anima e corpo in Pill Tapes. Su Twitter sono @mindtapes
Vedi i suoi ultimi post

Related