cheap Super Bowl jerseys The big story in the West is the fact that the Lakers may miss the post season for the first time since the 2004 2005 season. wholesale nfl jerseys You're facilitating the problem if you give an animal or a person ample food supply. CARBOHYDRATES: 18 grams. http://www.miamidolphinsjerseyspop.com Christina said she roars when she hits the stage and seems to black out and just go there. Flat shoes with rubber sole last long in the rainy season. With that, you cannot design too large or smaller bracelets than your wrist. Nobody has seen this apparel before, and most of these shoe styles you can find anywhere else in the United States. cheap nfl jerseys Think the New York Knicks. Valli, who is starting his 10th year with the club, is relegated to backup status in support of Player and left guard Kirby Fabien.. For example, the combined company would own both Fox News and CNN, claiming a huge market share in news broadcasting, and this would definitely raise some scrutiny from the federal government. We have seen umpteen cases before. Shoes come recommended by the podiatrists at Healthy Feet Shoe online. wholesale mlb jerseys If they were not, then they could not perhaps turn a profit. wholesalejerseysi You need 20 wickets to win a game. Lie flat on your stomach with hands resting at your sides. First you have to roll out the gumpaste to very thin layer. We just try to have a better result if we happen to get back to that point.". cheap jerseys The sentences will be concurrent, and he won be eligible for parole for at least 18 months.. Especially here in the Middle East, where cultural senstivities are key, you have to be very careful.

wholesale jerseys

Now, think about his basketball shortcomings. With that in mind we'd like to offer you this primer on the game and the sport on general.. The hike itself is up river (going in) and downriver (coming out). Johnson opened with two quick birdies, kept a one shot lead in the playoff when Oosthuizen missed a 5 foot par putt on the 17th hole and won the Open when the South African the last player to lift the jug at St. You might also want to wear band aids on the balls of your feet and above the heel, just in case the shoes still need more breaking in afterwards.. But Uefa did take a dim view of some aspects of the way City paid themselves nearly 50m from the sale of image rights and intellectual property to third parties.. miamidolphinsjerseyspop It is wise to maintain a document of images of marital relationship outfits that you like from wedding event publications, promotions or promos of stores, if you have strategies to obtain wed within a year.. wholesale nba jerseys One customer is an Internet company and the other is enterprise focused. But, he said, he would fight for "Braddock values" in Washington..

wholesale mlb jerseys

Recently released estimates for the month of July show another spike in non wage expenditures and operational expenditures for July alone account for nearly a quarter of the entire year budget. Plenty of A list presenters will be on hand, including Amy Adams, Kristen Bell, Jessica Biel, Jim Carrey, Glenn Close, Bradley Cooper, Penelope Cruz, Benedict Cumberbatch, Viola Davis, Daniel Day Lewis, Robert De Niro, Zac Efron, Sally Field, Harrison Ford, Jamie Foxx, Andrew Garfield, Jennifer Garner, Whoopi Goldberg, Joseph Gordon Levitt, Anne Hathaway, Goldie Hawn, Chris Hemsworth, Kate Hudson, Samuel L.

The Infinite Jukebox

The Infinite Jukebox

Ah, i bei tempi andati del jukebox!
Quando infilavi emozionato la monetina giusto un attimo prima di scoprire che la tua canzone preferita non c’era mica, dentro.
Quel rumore metallico, sordo e cristallino allo stesso tempo, delle duecento lire che cadevano ineluttabili in fondo al tunnel, nei meandri bui di quei meccanismi elettro-meccanici: era il suono della tua rassegnazione, a dire che non si poteva più tornare indietro, abbondantemente condito da tutta una serie di imprecazioni a denti stretti, nel realizzare che avresti dovuto ascoltare Gloria di Umberto Tozzi invece che Stardog Champion dei Mother Love Bone.
E poi nascondere la faccia imbarazzata dentro il il bicchiere della tua coca media quando, in concomitanza con quell’inascoltabile “manchi tu nell’aria”, tutti gli avventori cominciavano a scandagliare con sguardo minaccioso il locale alla ricerca del colpevole.

Rilassatevi.
Tutto questo è passato, scomparso, dimenticato.
Oggi hanno inventato il jukebox infinito, quello dove, se la tua canzone non c’è, puoi uploadarcela in mp3, riascoltarla quante volte vuoi, sezionarla e crearne innumerevoli versioni, con la ragionevole speranza algo-ritmica che ad ogni nuovo loop sia sempre lei, ma leggermente diversa.

The Infinite Jukebox | upload  The Infinite Jukebox infinite juke box title

The Infinite Jukebox | upload

Il Music Hack Day del MIT è una 24-ore in cui programmatori, designer e artisti in generale si radunano per condividere idee e progetti su tutto ciò (software, hardware, web/mobile apps, strumenti virtuali e non) che è in qualche modo connesso al binomio musica+futuro. Proprio durante il Music Hack Day dello scorso Novembre Paul Lamere ha pensato bene di utilizzare la sua giornata per estendere un suo precedente esperimento dimostrativo creato a partire dal tormentone di PSY Gangnam Style a qualunque traccia venga uploadata da un utente.

L’algoritmo (a detta dell’autore ancora da perfezionare, ma che per una gran parte dei pezzi fino ad ora online dà dei risultati decisamente buoni) scompone l’audio ricevuto in singole battute: ogni battuta viene poi analizzata e confrontata con altre battute potenzialmente analoghe che compaiono nel brano. Queste informazioni vengono utilizzate per creare un grafico dettagliato di percorsi che “attraversano” la canzone passando da un beat ad un qualsiasi altro riconosciuto come simile. In questo modo, mentre la canzone è in play, quando la battuta successiva ha caratteristiche paragonabili a un’altra c’è la possibilità che la riproduzione salti ad una parte completamente diversa del brano in maniera (almeno in teoria) non percepibile. Questo processo di “ramificazione”, soprattutto per tracce particolarmente adatte (ovvero con i beat ben riconoscibili e definiti), può continuare per sempre, dando vita così ad una versione infinitamente lunga del pezzo e teoricamente mai uguale a se stessa.

The Infinite Jukebox | esempio: Feel Good Inc. by Gorillaz  The Infinite Jukebox infinite juke box example

The Infinite Jukebox | esempio: Feel Good Inc. by Gorillaz

Concludendo, l’idea in sè è geniale nella sua follia, e per apprezzarla non è necessario essere nè dei nerd nè dei musicisti di professione (anche se bisogna ammettere che se non sei almeno una delle due cose, godi solo a metà): basta lasciar girare il loop e provare a indovinare dove finirà il cursore alla prossima battuta (un trip non da poco).

A dirla tutta, volendo, si può anche interagire con la riproduzione: il cursore infatti può essere forzato a spostarsi anche con il mouse, potendo così creare il proprio “remix” in real-time, sempre ammesso di avere un po’ di orecchio e/o di senso del ritmo. Ma anche in caso non siate in possesso di uno di questi due requisiti fondamentali non scoraggiatevi: otterrete comunque quel fantastico effetto di vinile graffiato che salta e fa sempre molto, molto vintage.

Related