Thom Yorke e Flea, ovvero Atoms for Peace

Thom Yorke e Flea, ovvero Atoms for Peace

Thom Yorke ha messo su una band con Flea dei Red Hot Chili Peppers, si chiamano Atoms for Peace e il loro primo album esce il 26 febbraio 2013. Questa è quel genere di notizia che risvegliano certe fantasie, ci si ferma subito a pensare un pezzo funky con lamenti vocali melanconici che si allungano sopra a giri di basso suonati scuotendo la testa. Poi si incomincia a chiedersi: come sarà avvenuto l’incontro tra questi due personaggi?

E già ci si immagina un party, come in ogni sogno i dettagli si combinano senza coerenza spazio-temporale e quindi ecco nella nostra testa una grande villa americana dove Burial è alla console mentre Bowie sorseggia un coloratissimo cocktail, Amy Winehouse balla su tacchi altissimi, Manuel Agnelli si aggira con la camicia sbottonata e fa l’occhiolino a Kim Gordon, su una poltrona c’è un vecchietto distinto che legge il giornale, è Ennio Morricone. Tu stai sognando e sei felice e maldestro come l’indiano interpretato da Peter Sellers in Hollywood Party, ti aggiri per la casa salutando tutti quand’ecco che intravedi un gruppetto di gente che se la ride di gusto. T’avvicini e scorgi un ragazzo con addosso dei pantaloni composti di tanti peluche colorati, è Flea, ha appena raccontato una barzelletta molto divertente, ha fatto ridere proprio tutti, perfino quel tipo con l’occhio guercio che fino a poco tempo fa se ne stava vicino ad Ennio con l’ipad in mano, probabilmente firmando petizioni on line contro le trivellazioni nell’artico.

Ora i due stanno chiaccherando di gusto. Ah quindi è così che si sono conosciuti, ora raggiungono Flying Lotus nel campetto da basket , li vedo in lontananza mentre fanno una partitella tutti nudi con solo un calzino infilato nel cazzo. Thom infila un tiro da 3 ma poi però ti svegli e ascolti il singolo del nuovo album, il pezzo assomiglia molto a The Erasered, il disco solista di Thom, non c’è traccia del basso funky, improvvisamente ti torna alla mente l’ultima cosa dei Red Hot che hai ascoltato su Mtv e ringrazi che la presenza di Flea non si percepisca. Pensandoci bene non è una coppia buffamente assortita, entrambi hanno fatto parte di una rock band famosa a livello planetario, una band che ha decisamente passato il suo periodo d’oro, hanno messo su famiglia e ora possono permettersi dischi mediocri e tutte le collaborazioni che vogliono. é questo il momento in cui capisci che dischi come questo non andrebbero mai ascoltati, ma solo immaginati. Non m’è bastato il disco di Lou Reed con i Metallica, ci sono cascata di nuovo.

Related